L’International Mountain Day (Giornata Internazionale della Montagna – IMDnasce nel 2002 quando, a seguito del grande successo dell’Anno Internazionale delle Montagne, l’Assemblea generale delle Nazioni Unite decise di istituire a partire dal 2003 in via permanente una giornata mondiale dedicata a questo tema, invitando la comunità internazionale a organizzare eventi a tutti i livelli con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza delle aree montane, per la vita sulla Terra e, a partire dal 2012, per lo sviluppo sostenibile.

Lo scopo di questa giornata è quello di avvicinare il più vasto pubblico possibili alle tematiche socio ambientali legate alle terre alte e alle genti che vi abitano, cercando di attrarre oltre agli “appassionati” di montagna, anche coloro che non sono consapevoli dell’importanza delle montagne per lo sviluppo del pianeta e per il benessere delle popolazioni.

Le celebrazioni cadono ogni anno l’11 dicembre e sono organizzate e coordinate a livello mondiale dalla FAO. Ogni anno si celebra la giornata con una tematica diversa, sempre legata alla promozione della ricchezza della cultura delle terre alte, alla protezione dell’ambiente e delle culture delle genti e delle diverse identità, e ciascuno è libero di interpretarla in modo autonomo con mostre, letture, concerti, conferenze.

Anche il CAI Magenta ha partecipato nei vari anni alla Giornata Internazionale della Montagna con eventi sul territorio che hanno attirato curiosi, appassionati e non solo!

ARCHIVIO DELLE CELEBRAZIONI

Dicembre 2016

L’11 dicembre si è svolta la Giornata Internazionale della Montagna e, anche quest’anno, abbiamo voluto esserci anche noi aggiungendo al programma tradizionale una mostra fotografica. Ci siamo voluti mettere alla prova: per la nostra sezione organizzare una mostra fotografica era una prima assoluta, con tutte le difficoltà organizzative e logistiche che devono essere affrontate.  Per il buon esito dell’iniziativa abbiamo coinvolto tutti, perché la Giornata Internazionale della Montagna riguarda non solo il CAI ma proprio tutte le associazioni legate alla montagna e alla conoscenza dell’ambiente alpino, quindi anche gli amici della sezione ANA di Magenta e la nostra Scuola Intersezionale di Alpinismo e Scialpinismo Val Ticino.

I percorsi delle collaborazioni spesso si snodano con passi inaspettati (l’importante è cogliere con spirito positivo le novità!) e durante la ricerca dell’area espositiva per la mostra, la libreria “La Memoria del Mondo” ci ha offerto non solo lo spazio davanti al negozio (in pieno centro a Magenta) ma ci ha proposto di inserire nella giornata l’intervento di Luca Serenthà, appassionato di montagna e autore di un libro edito dalla casa editrice Memesis, disponibile a chiacchierare con noi tra una foto e l’altra.

La macchina organizzativa a questo punto era inarrestabile: dopo varie consultazioni il programma della giornata è stato messo a punto e pubblicizzato attraverso tutti i canali disponibili, come la stampa locale, gli organi del CAI Lombardia, i social della Sezione e della Scuola, e così i soci sono stati allertati ... L’11 dicembre ormai era arrivato.

La giornata quindi ha visto, di mattina, l’inaugurazione della mostra fotografica “Montagna: un percorso tra ricordi colori ed emozioni”, ovvero una serie di foto e di massime selezionate dai nostri soci prendendo spunto dalle lettere componenti la parola Montagna, cioè M di meraviglia, O di osservare, N di natura, T di tempo, A di alpini, G di gigante, N di “non si è mai soli” e A di alpinismo, e la chiacchierata con Luca Serenthà mentre al pomeriggio gli Alpini di Magenta ci hanno intrattenuto con del buon vin brulè e qualche fetta di panettone (che a Natale non può mancare) e ovviamente tante chiacchiere in compagnia! Una sorpresa graditissima sono stati anche gli auguri in musica della Banda “4 G di Magenta”.

Il bel tempo e la giornata festiva hanno poi avuto un ruolo molto importante per attirare i curiosi: tanti passanti si sono avvicinati alle nostre fotografie e hanno chiesto informazioni sulle attività della Sezione e della Scuola, nonché sulle tematiche proprie della giornata … il libro di Luca Serenthà è praticamente andato a ruba!

Siamo molto felici per questa giornata, lo sforzo e l’impegno dei soci è stato ampiamente ripagato dalle domande e dalle manifestazioni di interesse di tanti sconosciuti che hanno solo con un sorriso o un cenno hanno fatto i complimenti per la bella iniziativa che ha ravvivato il programma natalizio della nostra città.

Che dire…ad maiora!

Dicembre 2015